Chi è e cosa fa il personal trainer

Con la progressiva presa di coscienza da parte di un numero sempre maggiore di persone di una rinnovata attenzione alla propria salute, la frequentazione di palestre e luoghi di fitness sta diventando sempre più comune non più soltanto dai professionisti e gli appassionati, ma anche dai neofiti alle prime esperienze.

Anche solo a livello meramente estetico i canoni oggi si stanno riscrivendo premiando sempre più il taglio sportivo e in forma tanto per gli uomini quanto per le donne.

Nell’ambito del fitness la figura del personal trainer si rivela una guida importante e insostituibile, tanto per gli esperti che necessitano di essere seguiti nel migliore dei modi, quanto per i meno esperti che devono imparare a muoversi correttamente nella selva di programmi, allenamenti e strumenti delle varie strutture.

Il personal trainer possiede le conoscenze e le qualifiche necessarie per gestire al meglio le varie situazioni secondo le specifiche esigenze dell’individuo, con un occhio di riguardo alla tutela della sua salute oltre che all’ottimizzazione degli allenamenti e dei risultati.

Proprio questa grande crescita del mondo del fitness ha portato alla comparsa di personal trainer improvvisati e privi di una formazione specialistica.

Personal Trainer: chi è e perchè può aiutarti?

personal trainer

Un buon personal trainer non è una persona dal bel fisico che si improvvisa esperta, ma una figura competente che ha studiato attivamente discipline che vanno oltre alla semplice combinazione di metodi e allenamenti.

Il personal trainer deve saper comprendere a dovere il funzionamento del corpo umano e le sue dinamiche motorie sotto ogni profilo: anatomico, biologico e fisiologico, senza trascurare la biomeccanica e gli importanti aspetti delle patologie e traumatologie. Non sempre infatti chi va in palestra e ha bisogno di venir seguito è un atleta dal fisico perfetto, ma può trattarsi anche di una persona fuori forma, o di chi ha subito infortuni in passato e ha bisogno di recuperare sul piano fisico.

Il discorso delle capacità e delle competenze non esclude ovviamente anche l’interfacciarsi a clienti esperti e a sportivi di lunga data: un cattivo personal trainer può danneggiare o vanificare l’allenamento anche di un elemento già ben piazzato in partenza!

La forma fisica però non passa solo ed esclusivamente per la fatica della palestra, ma anche per la nutrizione. Anche questo aspetto coinvolge praticamente ogni singola categoria di persona che si approccia all’allenamento con ogni specifica esigenza. C’è chi ad esempio desidera perdere peso, chi invece vuole mettere su massa muscolare, o chi semplicemente vuole migliorare o aumentare determinate prestazioni e capacità fisiche o semplicemente mantenersi in salute.

Tutte queste casistiche non possono vedere l’applicarsi di un identico regime alimentare, ed un personal trainer, sebbene non si sostituisca ad un dietologo o nutrizionista esperto, deve saper consigliare scelte corrette in merito alla sana alimentazione della persona che segue attivamente.

Ultima ma non meno importante competenza è quella a livello della gestione dei rapporti interpersonali, sul mero piano umano. Il personal trainer deve saper diventare sia un amico fidato che un allenatore capace di spronare e motivare in maniera corretta le persone. Questo perché prima ancora che dai muscoli, l’allenamento deve passare dalla testa di chi desidera impegnarsi e mettersi in gioco seriamente.

Quindi, tirando le somme chi è il personal trainer?

È il tecnico di riferimento e la guida personale di chi si iscrive in palestra ed ha necessità di essere seguito da un professionista. Per poter assicurare il giusto livello di serietà, vista la delicatezza delle discipline tirate in causa durante un allenamento (nutrizione, salute, fisiologia ecc), un buon personal trainer deve aver seguito una formazione adeguata della durata di anni e non semplici corsi sbrigativi e incompleti per improvvisarsi competente. I metodi ufficialmente riconosciuti infatti per potersi definire personal trainer sono solo due: possedere una laurea in Scienze Motorie, o seguire e superare un corso riconosciuto dal Coni.

Proprio come insomma, qualsiasi altra figura professionale a cui ci si affida quando si parla di salute e a cui si mette in mano sostanzialmente il proprio corpo, il personal trainer dev’essere preparato, serio e tenersi possibilmente costantemente aggiornato sulla materia di cui pratica.

Ma di cosa si occupa dunque un personal trainer?

Riassumendo molto brevemente si cura di strutturare un piano preciso e ben studiato di allenamenti che aderisca alle peculiari esigenze di ogni persona, e ad i risultati che questa desidera ottenere dal proprio percorso. Non si tratta dunque di vendere speranze, illusioni o fandonie pur di assicurarsi un’iscrizione, ma di mettersi in gioco ed essere pronti a seguire ogni singolo caso personalmente. I progressi vanno infatti attuati e monitorati nel tempo, diventando a tutti gli effetti un lavoro completo.
Tutto questo nell’ottica di un risultato che rispetti sempre e comunque lo stato di salute e benessere della persona, senza promesse vane o pericolosi obiettivi surreali in relazione alle aspettative e potenzialità della stessa.
Per riuscire a fare ciò, il professionista si avvale di un preciso metodo di lavoro con rigorose basi scientifiche. Avviene in una prima fase la valutazione corporea individuo tramite accurati test, poi la definizione degli obiettivi concreti, la pianificazione, lo studio eventuale di una dieta specifica da parte di un nutrizionista e solo infine la messa in atto dell’allenamento vero e proprio e il monitoraggio dei risultati ogni tot settimane.

Dov’è possibile trovare un personal trainer?

Un professionista lavora presso le migliori palestre qualificate, dove è ovviamente autorizzato a svolgere il suo mestiere e diventa effettivamente la classica guida che si vede al fianco di diversi iscritti. Tuttavia esistono anche differenti soluzioni per altre necessità, proprio per la natura estremamente flessibile sia di questo lavoro che dei bisogni specifici di ogni persona.

Il personal trainer a domicilio è colui che segue coloro che per diversi motivi non possono spostarsi da casa propria ma desiderano ugualmente allenarsi beneficiando della compagnia di un esperto. Si tratta di un servizio utile per chi abita ad esempio troppo lontano dalla sede della palestra e non riuscirebbe a raggiungerla in tempistiche utili ad ottimizzare i propri orari. Alcuni clienti invece non amano semplicemente l’ambiente pubblico e preferiscono la privacy e il comfort di casa propria. Altri invece non possono spostarsi da casa per questioni più serie, come ad esempio a seguito di un infortunio o di varie problematiche legate alla salute.

Il personal trainer online è invece una figura del tutto nuova nell’ambito del fitness, che sta riscuotendo molto successo grazie ai progressi tecnologici che concedono una sempre più rapida possibilità di comunicare in tempo reale tramite le connessioni veloci su pc, smartphone e tablet. In questo modo il personal trainer è in grado di effettuare consulenze ed offrire la propria esperienza anche a coloro che non possono beneficiare della classica formula in palestra di persona o a domicilio. Si tratta inoltre di una scelta eccellente e insostituibile per tutti coloro che hanno trovato un personal trainer affidabile magari a distanza di numerosi chilometri e non possono più frequentarne la palestra a seguito di traslochi o viaggi prolungati. In questa maniera è possibile rimanere attivamente in contatto, senza perdere in alcuna maniera la possibilità di essere seguiti dalla persona che si preferisce e che sa garantire i migliori risultati.

Fonte: https://www.davidecacciola.it

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *